Wednesday, 12 April 2017

Pastiera napoletana









Ingredienti (tortiera 28-30 cm):


420 gr di *grano cotto per pastiera

300 gr di latte
25 gr di strutto (o burro)
700 gr di ricotta
450 gr di zucchero
7 uova
70 ml di acqua di fiori d'arancio (2 fialette di fiori d'arancio) (sarebbe meglio essenza di millefiori come ci indica Barone Zazà)
150 gr di cedro candito (o arancia candita) 
una dose doppia della mia pasta frolla (o della vostra) 
zucchero a velo q.b. 
*se volete partire dal grano crudo:

mettete 300 gr di granoduro in acqua e lasciate a bagno per tre giorni, cambiando l'acqua ogni giorni. 

Mettere a cuocere il grano per 3 ore in 3 litri e mezzo di acqua con un pizzico di sale fino a quando non è diventato una crema. 

Preparazione: Versare il contenuto del barattolo di grano cotto per pastiera in un tegame.


Aggiungere 300 gr di latte e 25 gr di strutto (o burro).

Fare bollire e mescolare per circa 20 minuti a fuoco dolce fino a quando non diventa una crema.


Lasciare raffreddare.



Nel frattempo preparare la frolla e tenerla in frigorifero per 30 minuti.

Quando il composto di grano è perfettamente freddo, aggiungere quindi la ricotta, lo zucchero, le uova, l'acqua di fiori d'arancio e i cubetti di cedro.



Mescolare bene fino a quando l'impasto non è ben amalgamato.
Stendere 2/3 della frolla nella tortiera e distribuire l'impasto uniformemente.
Tagliare delle strisce della larghezza di 3 cm e decorare la pastiera (decorazione classica). Potete effettuare le decorazioni con coniglietti, campane, qualunque forma faccia riferimento alla Pasqua.
Infornare in forno già caldo a 180° per 50 minuti.
Una volta fredda spolverizzare con zucchero a velo.
Io ho fatto 3 dosi, lavorando dalle 10.00 alle 18.00 e ho prodotto:
2 pastiere grandi (26 cm)
2 pastiere medie (20 cm)
2 pastiere piccole (15 cm)
52 pastiere monoporzione

Qui ne vedete una parte (mancano una media, una piccola ed alcune monoporzioni)) e la maggior parte delle monoporzione sono nelle scatole:


Sono esausta!!!
Se volete leggere qualcosa in più sulle origini della pastiera cliccate QUI

No comments:

Post a Comment

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
/*!-- CAROSELLO ORIZZONTALE INIZIO -->*/